Il ' BORZOI ' o levriero russo

Caratteristiche del levriero russo

La storia del levriero russo è intimamente legata alle vicende storiche del suo paese d'origine: la Russia.

Nato come cane da caccia e di lusso, veniva usato per la caccia al lupo nelle steppe ed è stato il cane nazionale russo fino alla Rivoluzione d'ottobre.

Gli inglesi lo hanno notevolmente modificato per farne più un cane da compagnia che da caccia e pertanto in Inghilterra si trovano levrieri russi di aspetto meno maestoso, meno bello e dal pelo meno folto rispetto agli esemplari autentici che si trovano in Olanda ed in Germania.

La statura del levriero russo è imponente ed il suo corpo è ricoperto da una folta e splendida pelliccia ondulata e setosa che forma ampie frange e una stupenda criniera intorno al collo.

La sua testa è lunga, stretta, asciutta e ben modellata, con cranio piatto e muso molto lungo e asciutto. gli occhi sono grandi, oblunghi e piuttosto vicini; le orecchie sono relativamente piccole, strette, inserite alte e all'indietro e terminano a punta.

Il collo è lungo e asciutto ed il corpo è allungato con ventre molto retratto. Gli arti sono lunghi, asciutti, robusti, nervosi, dritti e muscolosi, con piedi ovali, simili a quelli della lepre. la coda è lunga, attaccata bassa ed abbondantemente dotata di pelo.

Il portamento di questo cane è nobile e fiero e per questo è stato il cane favorito dall'alta società, emblema di distinzione sociale e di potere; per questo motivo è stato allontanato dal suo utilizzo originario di cane da caccia per lupi, cinghiali, cervi e persino orsi e dove dimostrava grande coraggio ed abilità, per essere destinato a cane da compagnia.

Si tratta infatti di un cane affettuoso ed obbediente con il padrone e scontroso e diffidente con gli estranei.

PESO: 34 - 45 kg.

ALTEZZA: maschi 75 cm. ed oltre - femmine 71 cm. ed oltre

MANTELLI: bianco, unicolore o macchiato di giallo, arancio, grigio, bruno

NAZIONALITA': Russia